COMUNICATO STAMPA

Il giorno 10 novembre 2017 ha avuto luogo al  MIUR – Viale Trastevere Roma la manifestazione prevista per lo sciopero generale indetta da UNicobas Scuola Cobas e usb, per protestare contro il malessere che regna nel mondo della scuola , aggravato dall’aplicazione della L. 107/2015.

Tra i punti portabandiera dell’Unicobas Scuola spiccava anche la rivendicazione del mancato riconoscimento dell’anzianità maturata e non riconosciuta dagli ATA-ITP ex EE.LL..

Anche per questo il Comitato Nazionale ATA-ITP ex EE.LL. ha partecipato allo sciopero Nazionale con una propria rappresentanza alla cui guida c’era il Presidente e il Coordinatore Nazionale Antonio Brunaccini e Vincenzo Lo Verso.

IMG_3411STRISCIONE MIURCONCENTRAMENTO  MIUR 

INTERVENTI 

 BERNOCCHI COBAS STEFANO D’ERRICO UNICOBAS

 

 

Dopo il concentramento ed al momento dell’inizio corteo (regolarmente autorizzato preventivamente) si è assistito ad un  inspiegabile blocco, da parte delle forze dell’ordine, al corteo che doveva dirigersi verso  Palazzo Chigi destinazione della manifestazione finale.

L'immagine può contenere: 2 persone

Stefano D’errico UNIcobas

Si è dovuto “sopportare”   un assurdo ed intollerabile atteggiamento dei responsabili delle forze dell’ordine, che, hanno quindi impedito ad un civilissimo corteo composto, per la maggior parte, da Personale docente e non docente della scuola di sfilare per le strade di Roma.

La decisione di vietare il corteo già autorizzato, è stata presa  dalla Questura a manifestazione già in corso, con un ricorso inquietante alla discrezionalità sul numero di manifestanti “adeguati” per fare o meno un corteo.

3Il Ministro Minniti dovrebbe spiegare perché non ha consentito ai pericolosi insegnanti e Ata di spostarsi dal presidio autorizzato dal ministero dell’Istruzione in Viale Trastevere al presidio autorizzato sotto Palazzo Chigi, AUTORIZZATO preventivamente dalla questura di Roma.

5

Collega colpito alla testa da una manganellata

 

UNA VERGOGNA ITALIANA 

 Si sono vissuti momenti di tensione che hanno visto “caricare” e manganellare  ingiustificatamente  pacifici manifestanti  accorsi da ogni parte d’Italia per esternare il proprio disagio e la propria protesta contro uno Stato che ancora una volta ne è uscito con una immaginepessima ed antidemocratica“.

brunaccini

Antonio Brunaccini  Presidente Comitato intervistato dal tg2

 

L’occasione è servita comunque per portare in piazza ancora la protesta del Comitato ATA – ITP ex EELL e per prendere ulteriori contatti con le organizzazioni sindacali e di categorie presenti in piazza 

Prossimo impegno  del Comitato ATA-ITP è di  attivarsi  nell’audizione  che dovrebbe esserci con le Commissioni VII ed XI  della Camera dei Deputati al cui appuntamento non potrà mancare una mobilitazione nazionale con appuntamento in piazza Montecitorio.